Blog analogico

Giovedì pomeriggio sono stato da Muji, che è un negozio dove si trovano molti prodotti di provenienza orientali, giapponese in particolare, con un bel design essenziale e funzionale. Ho comprato un quaderno, di quelli che si vedono nei cartoni giapponesi, ed un astuccio con sei penne roller, spendendo in tutto dieci euro. Sull’ultimo numero di Wired c’è un articolo interessante sui Makers, il movimento che è alla base della filosofia DIY, do it yourself, dove ho trovato dei consigli utili su come migliorare la mia quotidianità. Uno di questi mi ha colpito molto e consiste nel prendere un quaderno e tenerlo vicino al letto; al risveglio dovrà servire per annotare i sogni che si fanno durante la notte. Mi è sembrato al tempo stesso molto romantico e molto pratico. Il quaderno che ho comprato io, invece, sarà un banalissimo diario, un blog analogico su cui scrivere tutto quello che mi va, quando mi va. Niente di straordinario, ovviamente. Ma in questo periodo sento decisamente il bisogno di annotare, appuntare e rileggere. Ho il timore di incorrere in una qualche forma di amnesia dello spirito ed è qualcosa che non vorrei che accadesse.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

fammi sapere cosa ne pensi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: