Evoluzioni

Il cambiamento è insito nella natura delle cose. Ogni cosa evolve o degrada in stati diversi e diversamente combinabili al fine di determinare realtà nuove. A prescindere dal fatto che queste mutazioni di stato siano di segno positivo (evoluzione) o negativo (involuzione), esse comportano sempre uno sconvolgimento. La forza di questi eventi è quello che altrove ho già definito “distruzione creatrice”. Il nostro personale momento evolutivo, la nostra personale vicenda, partecipa della natura distruttiva della creazione; qualcosa che era prima non è più sostituita da qualcos’altro, auspicabilmente migliore. Gli eventi della nostra vita appartengono inevitabilmente a questa logica e partono dalla necessità o meno di confrontarsi con l’opportunità di una scelta.

Oggi potrei decidere di abbandonare il mio posto di lavoro, di accettare un nuovo incarico, di rifiutare consapevolmente di partecipare ad un progetto. Posso decidere di innamorarmi o di cucinare la pasta. Vino bianco o vino rosso. Solo uno sciocco penserebbe che le alternative possibili e praticabili sono potenzialmente dirimibili ricorrendo ad una scelta. A capare dal mazzo. In verità ogni scelta comporta una inevitabile rinuncia. E la rinuncia, creando possibilità alternative, distrugge i possibili paralleli percorsi eventualmente praticabili. Ci vuole coraggio. Ci vuole determinazione. Occorre piena consapevolezza di sé e dei propri mezzi. E’ una questione di autodeterminazione. E, in fondo, di libertà. In fin dei conti la vera sfida è proprio rappresentata dalla possibilità, del tutto arbitraria, di disegnare un percorso di nostro piacimento, di cui noi, e solo noi, siamo responsabili. Nei nostri confronti, certo. Ma anche nei confronti di chi condivide questa nostra scelta perché nostro partner, familiare, amico, socio. Non sono, questi, vittime collaterali; ma attori vivi che determinano l’entità delle nostre rinunce.

Dunque, dovremmo concludere che il nostro stadio evolutivo ultimo, raggiunto attraverso progressive e consapevoli rinunce convenzionalmente denominate “scelte”, è rappresentato dall’acquisizione dello status di “adulto”. Ma la questione, se posta in questi termini, si rivela debole e carente di senso. Le componenti razionali sono determinanti ma non esclusive e non totalizzanti. Credo che, molto banalmente, la nostra evoluzione debba passare attraverso una esperienza sentimentale, passionale, di pancia. Quella che ti fa prendere le decisioni, che smuove la coscienza, che, spesso, mette in moto il cervello e ti fa collegare persone, cose, eventi. Il mondo è comandato dalle pance e, un poco, dal cuore. Il cervello è un buon soldato, un buon esecutore, un ottimo collante. Tutti insieme contribuiscono a creare i presupposti per poter apprezzare il peso delle proprie decisioni ed assaporare il gusto della rinuncia.

Domani potremmo pensare di tornare sui nostri passi, di rivedere una nostra posizione, di cambiare parere. La nostra libertà si esprime attraverso il nostro atteggiamento nei confronti di quello che accade. E la nostra prima reazione, quasi sempre, è quella più giusta, perché è quella governata dalla pancia, che indirizza la barca verso la propria destinazione finale. Abbiamo un grande mare da navigare, davanti al quale dobbiamo stabilire quale direzione non prendere. Tutte le strade a cui avremo rinunciato disegneranno l’unico possibile percorso da seguire, e sarà esattamente quello che avremo desiderato.

questo post è dedicato a tutti quelli che oggi cambiano il proprio percorso, che vorrebbero farlo, che sentono che è arrivato il momento di prendere in mano, magari con un gesto importante e deciso, il proprio tempo ed un po’ del proprio destino. a queste persone auguro di godere sempre del dono della libertà. stay foolish.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

fammi sapere cosa ne pensi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: