Buonanotte all’Italia

Esiste un mondo che vive fuori del nostro minuscolo insignificante recinto. In Egitto, in Tunisia, in Albania, in Birmania ci sono persone che si battono e si ribellano ad una condizione di miseria e di povertà. Chiedono migliori condizioni di vita, democrazia, possibilità di autodeterminarsi. C’è un mondo in cui il Presidente degli Stati Uniti d’America risponde alle cento domande più votate su YouTube, parla con il suo Paese, racconta cosa vede e quali strumenti pensa di utilizzare per adempiere il proprio mandato. C’è un mondo che si ferma e ricorda la propria follia, una follia di sessanta anni fa. Esiste un mondo dove si combatte per la libertà, dove si crede nella libertà, dove si ricorda il perché della libertà.

Poi c’è una parte del mondo, libera, o presunta tale, in cui non ha senso tornare a discutere del presente, in cui non si ha la forza di indignarsi e di preparare una rivoluzione, culturale, politica, sociale, in cui non si ha il coraggio di mettersi in gioco, in cui si conserva l’ipocrisia di un ricordo che è come una bottiglia senza acqua, vuoto. Questa parte del mondo libero è il mio Paese, perso come un guscio di noce in mezzo al mare, incapace di alzare la testa sommerso com’è da questo infinito ed inesauribile oceano di merda.

Annunci
Contrassegnato da tag

fammi sapere cosa ne pensi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: