I love Apple so much

Jobs ha inviato questa email ai dipendenti Apple per comunicare il suo (terzo) ritiro da Apple in seguito alla malattia che lo ha colpito qualche anno fa. Nelle precedenti occasioni si è sempre fatto accenno ad un possibile ritorno entro un lasso di tempo che, ancorché a spanne, è stato comunque quantificato. Non in questo caso. La penultima frase, senza voler fare della retorica smielata da quattro soldi, ferma la delicatezza del momento, ammanta questo messaggio di una certa tristezza.

Team, at my request, the board of directors has granted me a medical leave of absence so I can focus on my health. I will continue as CEO and be involved in major strategic decisions for the company. I have asked Tim Cook to be responsible for all of Apple’s day to day operations. I have great confidence that Tim and the rest of the executive management team will do a terrific job executing the exciting plans we have in place for 2011. I love Apple so much and hope to be back as soon as I can. In the meantime, my family and I would deeply appreciate respect for our privacy. Steve

I mercati americani penalizzano Apple, con una flessione del titolo tra i 6 ed i 10 punti percentuali. Non stiamo parlando di bazzecole se è vero (come è vero) che, tanto per dare un ordine di grandezza, la Mela pesa, da sola, il 21% del valore complessivo del listino Nasdaq. La domanda è: può un’azienda di queste dimensioni legarsi in maniera così viscerale ad un suo uomo, al suo fondatore. Di fatto Apple è quella che il diritto italiano definirebbe una “società unipersonale”. La Apple è SJ, e viceversa. Ed è chiara la preoccupazione del mercato nel veder uscire (speriamo momentaneamente) di scena il CEO della principale azienda hi-tech del decennio. Personalmente, sono piuttosto convinto che questa situazione sia la più importante lezione che sia possibile ricevere se si vuole sfiorare anche solo da lontano cosa significhi, oggi, investire nel comparto “tecnologia”. Non è una questione di capitali, né, soltanto, di prodotti. Qualche giorno fa ho affrontato la questione delle start up, le nuove iniziative nate nel mercato hi-tech con lo sviluppo del web 2.0. Si tratta, fondamentalmente, di one man show, di illuminazioni che attraversano la corteccia cerebrale del singolo, trovano un finanziatore e diventano un prodotto. Ma è il singolo, è la sua Idea, la sua visione a dare senso al tutto. Senza il suo ideatore, il prodotto, per buono che sia, è senz’anima. Così è Apple. Che, di fatto, è stata una start up (Apple I, Wozniak, Jobs, no eh?) ed è oggi una corporation ed un soggetto economico di valore universale. Tutto questo per dire cosa? Che probabilmente, nei prossimi mesi ci sarà un roll down di novità Apple; non è dato sapere quando Jobs tornerà in squadra. Voci di corridoio parlano di una prossima presentazione di iPad2, in primavera arriverà OSX Lion, solo per dire delle più eclatanti novità. Ecco, il keynote di Jobs è quello che trasforma la presentazione di un prodotto industriale in un evento, che scatena gli entusiasmi e ti fa, per qualche oscura ragione, desiderare la Cosa più di ogni altra. Questo è il valore di Jobs nel percorso marketing, senza contare il suo peso strategico determinante nell’innovazione di prodotto, nella leadership, nel coinvolgimento di tutte le strutture e di tutti i team. Se si considerano questi elementi, è inevitabile condividere la preoccupazione del mercato. Perché, semplicemente, Steve Jobs è solo uno.

Resta il fatto umano, per il quale non si può non avere il giusto rispetto. Jobs, per quelli come me, che sono appassionati di una certa cultura e si sono formati in un momento del XX secolo in cui certe tecnologie nascevano e, dunque, hanno visto certi personaggi nascere e crescere, è uno di casa. E quando uno di casa non sta troppo bene, ti dispiace. Punto e basta.

Buona fortuna Steve.

Annunci
Contrassegnato da tag

fammi sapere cosa ne pensi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: